Responsabilità Civile Patrimoniale per i dipendenti pubblici

in Area Professionale

Introduzione: Art. 26 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i Dirigenti delle Imprese dei Servizi di Pubblica Utilità (Federmanager e Confservizi).

Il comma 10 del suddetto articolo prevede: “Le coperture assicurative per le responsabilità del dirigente che non sono poste in capo all’azienda dalle clausole del presente contratto collettivo di lavoro nonché per le fattispecie in cui la legge dichiara nulli i contratti di assicurazione stipulati dal datore di lavoro a favore di dirigenti o amministratori (1.) sono a carico del dirigente. L’Azienda è tenuta in ogni caso ad informare per iscritto il dirigente circa la possibilità di accedere ad una polizza assicurativa, individuata dalle Parti stipulanti il presente CCNL per la copertura dei rischi di cui sopra, indicando le condizioni contrattuali e l’importo del premio. Le Parti sono impegnate ad individuare una polizza assicurativa che includa anche i casi di colpa grave e che copra anche le spese legali a carico del dirigente, in ogni grado di giudizio ed in qualsiasi sede penale, civile, amministrativa o tributaria, per procedimenti promossi in relazione alle responsabilità contemplate nel presente comma”.

  1. La Legge 244/2007, art. 3, comma 59 – Legge Finanziaria 2008 – sancisce la nullità dei contratti di assicurazione stipulati a favore dei propri Amministratori, Dirigenti e Dipendenti da parte di Enti Pubblici, nonché da Organismi di diritto Pubblico/Società a Controllo e/o partecipazione Pubblica soggette alla Corte dei Conti a fronte di danni da questi arrecati agli Enti stessi, allo Stato ed alla Pubblica Amministrazione in genere.

Pertanto, a seguito di tale normativa, i soggetti di cui sopra, non possono più essere tutelati da contratti di assicurazione stipulati, a loro favore, dall’Ente/Società presso cui prestano servizio e/o di cui sono Amministratori. Ne consegue che chiunque operi all’interno di questi Enti/Società sarà chiamato a rispondere con il proprio patrimonio personale per quei danni erariali che dovesse arrecare con colpa grave allo Stato e ad altri Enti Pubblici, nell’espletamento dei compiti istituzionali connessi alla carica ricoperta e riguardanti la Responsabilità Amministrativa e la Responsabilità Amministrativo-Contabile.

Federmanager e Confservizi hanno chiesto a Praesidium S.p.A. e Aon S.p.A. di effettuare una ricerca di mercato tra le maggiori Compagnie di Assicurazione del settore, che ha portato alla sottoscrizione di una Convenzione ad adesione individuale con i Lloyd’s di Londra.

La Convenzione prevede due Sezioni:

Sezione A – destinata a: Per maggiori informazioni Cliccare qui

  • chiunque ricopra cariche e/o presti servizio presso Enti Pubblici in genere;
  • chiunque, presso Società a Controllo e/o a Partecipazione Pubblica, svolga attività professionale tecnica, ossia afferente lavori di ingegneria ed architettura (come da Codice degli Appalti Pubblici – p.e. mansioni di RUP, progettazione, validazione, verifica, direzione dei lavori).

Sezione B – destinata a: Per maggiori informazioni Cliccare qui

  • chiunque ricopra cariche e/o presti servizio presso Società a Controllo o a Partecipazione Pubblica, esclusivamente per l’attività amministrativa svolta.

 

In caso di soggetti che ricoprano cariche sia presso Enti Pubblici sia presso Società a Controllo e/o Partecipazione Pubblica, per una copertura di tutte le cariche è necessaria l’adesione separata ad entrambe le Sezioni A e B.